Casa

Come si fa a pulire il divano?

Passaparola!

Nel corso degli anni briciole, macchie di sporcizia e polvere possono macchiare il tuo divano, facendolo apparire tutto tranne che invitante. I prodotti industriali per la pulizia professionale sono utili ma possono essere estremamente costosi. Ma non ti preoccupare: con pochi economici ingredienti e i giusti consigli riuscirai a pulire il tuo divano in pelle o in stoffa da solo e con facilità.


Pulire il divano in 6 mosse

1) Aspira tutte le zone

La  prima cosa da fare per pulire il divano è rimuovere tutte le briciole e la polvere da ogni superficie. Tutti quegli accessori che si vendono insieme all’aspirapolvere servono a qualcosa, quindi tirali fuori e usali per pulire ogni angolino e piega del tuo divano. Fra gli accessori in dotazione con l’aspirapolvere dovresti avere una sorta di spazzolina pensata proprio per questo scopo, e un tubo sottile e ovale per raggiungere gli angoli più nascosti. Non dimenticare di passare anche entrambi i lati dei cuscini. Se ci dovessero essere peli di animale o capelli difficili da aspirare, li puoi togliere usando un rullo adesivo per vestiti.

2) Pulisci le superfici non tessili

Dopo aver aspirato per bene, usa una miscela di acqua tiepida e sapone liquido da piatti per pulire delicatamente i piedini del tuo divano e ogni altra parte che non sia fatta di tessuto. Una spazzola da vestiti sufficientemente morbida è l’ideale per questo lavoro perché non rischierà di graffiare le parti in legno metallo o plastica. Ovviamente prima di passare la spugna o la spazzola assicurati di aver tolto tutti i cuscini, i rivestimenti e le parti sfoderabili.

3) Pulisci le singole macchie

Ok, a questo punto è giunto il momento di rimuovere tutte le vecchie macchie dal divano. Puoi usare sia un prodotto commerciale oppure fartelo in casa utilizzando ingredienti naturali. La scelta migliore dipende dal materiale di cui è fatto il tuo divano:

  • per un divano in pelle mescola mezza tazza di olio d’oliva con un quarto di tazza di aceto in una bottiglia spray (puoi riutilizzare lo spruzzino di un vecchio detersivo dopo averlo accuratamente risciacquato). Spruzza un po’ di questo miscela sulla superficie del divano e poi passa delicatamente un panno morbido.
  • per un divano in stoffa mescola un quarto di tazza di aceto con tre quarti di tazza di acqua calda e un cucchiaio di detergente per i piatti o sapone liquido per le mani, poi mescola tutto in una bottiglietta spray.
    Spruzza un po’ di prodotto su ogni macchia e poi strofinalo gentilmente sulla macchia con un panno finché questa inizia a scomparire. A questo punto, usando un panno nuovo che avrai inumidito con acqua pulita, rimuovi ogni traccia di sapone dal tessuto prima di asciugare con un asciugamano. Eventualmente puoi ripetere questa operazione ma stai attento a non usare panni troppo abrasivi altrimenti rischierai di rovinare la superficie del tessuto.

Ricordati che i detergenti naturali fatti in casa sono buoni per l’ambiente e leggeri per il portafoglio, ma non possono essere efficaci come quelle commerciali. Per questo motivo dovrai insistere un po’ di più per rimuovere tutto lo sporco, quindi controlla continuamente la superficie per essere sicuro che non la stia rovinando.

4) Lava il rivestimento in lavatrice

Se il tuo divano è un modello sfoderabile, dopo aver agito sulle singole macchie è bene mettere tutto il rivestimento in lavatrice oppure lavarlo a mano.

Innanzitutto una buona idea è guardare l’etichetta del rivestimento. A seconda dei simboli che troverai riuscirai a capire come va lavato. Ecco qui una scheda riassuntiva che spiega un po’ tutti i simboli che potrai trovare.

Simboli lavaggio tessuti

I simboli di base sono questi:

  • la vaschetta, che indica la possibilità di lavare in acqua, a mano o in lavatrice
  • il cerchio, che indica la necessità di effettuare un lavaggio professionale a secco (se c’è questo simbolo NON si può lavare in lavatrice)
  • il triangolo, che indica il candeggio
  • il quadrato con un cerchio all’interno, che indica l’asciugatura con asciugatrice a tamburo rotativo
  • il ferro da stiro, indica se è possibile stirare o meno il tessuto

Quando è presente una X su questi simboli, significa che l’operazione NON deve essere eseguita.

Se l’etichetta te lo consente, lava pure il rivestimento del divano e la tua fodera dei cuscini a mano o in lavatrice secondo le indicazioni con un detergente delicato.

Nel frattempo ricordati di sbattere bene all’aperto i cuscini e le imbottiture per togliere polvere e acari anche al loro interno.

5) Lascia asciugare bene

Ora che il tuo divano è finalmente pulito lascialo asciugare per bene. Se hai lavato tutto il ricoprimento puoi stenderlo come un lenzuolo. Se invece ti sei fermato alla pulizia delle singole macchie puoi usare degli asciugamani o delle salviette assorbenti schiacciandole sulle parti lavate per rimuovere l’acqua in eccesso. E’ importante farlo soprattutto quando il rivestimento è in tessuto naturale e l’acqua tende a penetrare tra le fibre.

Un piccolo trucco: un asciugacapelli può aiutarti molto nel processo di asciugatura, specialmente in condizioni umide o d’inverno. Se non hai tempo o voglia di stare lì fino alla completa asciugatura invece puoi anche usare un ventilatore a colonna se ce l’hai in casa e lasciarlo sventolare verso il divano. In quest’ultimo caso puoi mettere anche un deumidificatore portatile nella stanza per velocizzare l’asciugatura.

6) Dai nuova vita al divano

Ora che il tuo divano è di nuovo pulito e profumato, è il momento del tocco finale. Non vorrai infatti ritrovarti fra pochi giorni di nuovo con un divano sporco e con le macchie da coprire con i cuscini… a questo scopo è necessario usare degli accorgimenti specifici che ti consentiranno di mantenere il tuo divano bello e pulito molto più a lungo.

Se hai un divano in pelle devi usare un balsamo pulitore come questo che, oltre a rigenerare la pelle e renderla morbida e liscia, creerà un resistente strato impermeabile superficiale che non permetterà alle macchie di penetrare nella pelle.

Se al contrario hai un divano in stoffa o tessuto, la soluzione migliore è quella di vestirlo con un bel salva divano nuovo. Si tratta di un telo impermeabile che, oltre a dare al tuo divano uno stile moderno e elegante, permette di evitare ogni tipo di macchia o pelo sul divano. Che tu abbia figli piccoli, cani o gatti in casa, con questo telo non dovrai più preoccuparti di sporco, chiazze, peluria e briciole. Si toglie con un semplice gesto e si lava in lavatrice, e se vorrai toglierlo per accogliere ospiti e mostrare la tappezzeria originale del tuo divano lo potrai fare in un attimo.


Passaparola!
Previous post

Come si fa a tingere i tessuti con coloranti naturali?

Next post

Come si fa a togliere adesivi e stickers dal muro?

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *