Cambiare il pannolino a un neonato è un’operazione che quasi tutti nella vita dovranno imparare a fare. Se non l’hanno mai fatto, mamma e papà all’inizio possono sentirsi un po’ impacciati o non sapere bene cosa fare e come posizionare il pannolino.


Niente paura, in questa guida ti insegneremo tutti i passi da fare per cambiare il pannolino in modo veloce e sicuro e ti daremo i consigli più utili per mantenere la tua casa pulita e profumata nonostante i cattivi odori che può emanare il pannolino usato.

Cambiare il pannolino: i 7 semplici passi da fare

parti di un pannolino
Parti di un pannolino
  • Posiziona il bambino pancia all’aria e con i piedi verso di te. A questo punto noterai che il pannolino che ha ancor addosso presenta due alette di stoffa sintetica o plastica all’altezza dei fianchi del neonato: sono proprio quelli che tengono fermo il pannolino. Oltre che alette si possono chiamare anche velcri o straps.
  • Tira con delicatezza queste alette verso l’esterno, si staccheranno dal pannolino come un piccolo pezzo di velcro. A questo punto il pannolino si aprirà da solo.
  • Ora con una mano solleva delicatamente le gambe e il sedere del bambino fino a che riesci a sfilare il pannolino sporco, tirandolo verso di te.
  • Ora solleva di nuovo le gambe e il sedere del neonato e infilaci sotto il pannolino nuovo completamente aperto. Il lembo superiore del pannolino deve arrivare fin sulla parte bassa della schiena, quindi un po’ al di sopra del culetto. Inoltre accertati di infilarlo sotto al tuo bimbo in modo tale che le due alette siano nella parte alta, cioè vicino ai fianchi del bimbo.
  • A questo punto piega il pannolino sollevando il lembo che sta tra le gambe del bambino e portandolo verso il suo ombelico. Mentre tieni questo lembo con una mano, chiudilo tirando sempre verso l’ombelico i due lembi con le alette e attaccando queste ultime al pannolino. Le due striscette vanno attaccate a pochi centimetri a destra e sinistra dell’ombelico. Il pannolino chiuso deve essere aderente al corpo ma senza stringere la pancia al bambino. Diciamo che tra la pancia e il pannolino ci deve passare senza fatica il tuo mignolo.

Come smaltire i pannolini sporchi

sangenic-tec-mangiapannolini

Si tratta di uno speciale bidoncino già dotato di sacchetti che crea un movimento rotatorio in grado di comprimere e sigillare il pannolino sporco.

Ripiega e avvolge ogni pannolino per bloccare l’odore all’interno, e la pellicola antibatterica del sacchetto uccide il 99% dei germi offrendo un’insuperabile protezione dagli odori

In sostanza questo pratico contenitore ti permetterà di tenere i pannolini sporchi in casa fino al momento di smaltirli (può contenere fino a 28 pannolini alla volta) occupando pochissimo spazio e senza alcun odore in casa. Il massimo del comfort, della pulizia e dell’igiene.

Dopo aver visto in un altro articolo come si fa a capire qual’è la temperatura giusta del biberon, in questo post abbiamo continuato a occuparci di neonati. Abbiamo visto come si fa a cambiare il pannolino a un neonato e come smaltire i pannolini sporchi nel modo più igienico e pratico. E tu conosci un modo più veloce per cambiare un pannolino? Scrivimelo nei commenti!

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *