Hobby e Varie

Come si fa a capire dov’è il nord?

Passaparola!

Ci sono diversi metodi per capire dov’è il nord. Alcuni si basano su fenomeni naturali conosciuti e utilizzati da millenni, altri invece sono più legati all’uso di strumenti tecnologici anche molto moderni. Ecco quindi le 5 tecniche principali per capire da che parte si trova il nord e non perdersi proprio mai!

1.

Capire dov’è il nord guardando la posizione del Sole

Come prima cosa per trovare il nord puoi affidarti alla natura. Se sei in uno spazio aperto devi ricordarti che il sole nasce a est e tramonta a ovest. Quindi se vuoi andare a nord dovrai camminare tenendo il sole alla tua destra nella prima metà del giorno e alla tua sinistra nella seconda metà.

2. Guardare il muschio sugli alberi

Un altro metodo naturale, applicabile facilmente e con buoni risultati in prossimità di zone alberate o nel bosco, è vedere da che parte del fusto degli alberi cresce il muschio. Se noti, infatti, nei boschi il muschio cresce solo su un lato dei tronchi degli alberi: quello è il nord. Questo perchè il lato nord è sempre quello meno esposto ai raggi del Sole nell’arco della giornata e rimane quindi più umido rispetto alle altre zone, favorendo così la crescita del muschio sui tronchi degli alberi (e della muffa nelle case).

3. Seguire la direzione della Stella Polare

capire-dove-nord-stella-polareSe poi è notte puoi guardare dove si trova la Stella Polare. Trovarla non è difficile: per prima cosa devi individuare la costellazione dell’Orsa Maggiore e considerare le due stelle più esterne del “carro”. Se immagini quindi di tracciare una linea retta tra queste due stelle (segnata come “d” nella figura), continuando idealmente questa linea retta per una distanza di cinque volte troverai la Stella Polare che indica esattamente il punto dove si trova il nord geografico. La riconoscerai anche perchè è la più brillante in quella parte di cielo. La Stella Polare appartiene alla costellazione dell’Orsa Minore ed è l’unica stella ad essere sempre fissa nel cielo. 

4. Utilizzare una app per lo smartphone

Se hai sempre con te lo smartphone puoi scaricare una delle tantissime app gratuite come ad esempio questa per Android e questa per iOS. Queste app sfruttano i giroscopi elettronici e i componenti magnetici presenti nei telefonini e sono molto pratiche per trovare velocemente il nord. Queste app però hanno anche diversi limiti. Per prima cosa sono sono meno affidabili di una bussola tradizionale e vanno ricalibrate spesso (si devono fare dei precisi movimenti con il telefono). Inoltre sono legate alla batteria dello smartphone: se vi trovate all’aperto e vi finisce la batteria come fate??

5. Utilizzare una bussola

Ecco il metodo più classico, il più “romantico” e sicuramente anche il più affidabile per capire dov’è il nord: avere con sé una bussola. Una buona bussola deve essere precisa, solida, visibile al buio e impermeabile. Sul mercato si trovano bussole con tutte queste caratteristiche a prezzi davvero contenuti e accessibili a chiunque, tipo questa. Per utilizzare correttamente la bussola basta sapere che il suo ago è un magnete che si orienta seguendo il campo magnetico terrestre e per questo punta sempre il nord. In questo modo quindi saprete sempre da che parte state andando, di giorno e di notte, in campeggio come in città, con il sole e con la pioggia.  

Ti abbiamo presentato 5 metodi semplici e pratici per riuscire a capire da che parte si trova il nord  in qualunque condizione meteorologica e ambientale. E tu conosci altri tecniche per capire dov’è il nord? Scrivicelo nei commenti!


Passaparola!
Previous post

Come si fa a misurare il battito cardiaco?

Next post

Come si fa a cambiare il toner?

No Comment

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *